Quali caratteristiche dovrebbe avere un gruppo di lettura?

6 Mar

bookclubcartoonAffinché la lettura condivisa sia un’esperienza arricchente per tutti, il gruppo dovrebbe essere snello, aperto e cangiante.

Snello per dare a tutti la possibilità di esprimersi in modo compiuto nel corso dell’incontro. Per garantire snellezza il numero dei partecipanti non dovrebbe superare di troppo la decina di persone.

Aperto perché il gruppo che tende a chiudersi è respingente nei confronti dei nuovi arrivati: la biblioteca deve garantire questa apertura comunicando e alimentando l’accoglienza.

Cangiante perché non diventi un gruppo statico, ma al contrario sia aperto al cambiamento dei soggetti che lo compongono, garantendo così a tutti la possibilità di entrare e uscire dal gruppo senza formalità. Spesso i gruppi finora attivi non sono misti: vi partecipano per lo più persone della stessa età o genere. Per sperimentare “gusti” e stili di lettura diversi e stimolare la curiosità è interessante lo scambio tra gruppi, una sorta di gemellaggio con altre esperienze di lettura.

Dinamico, per garantire la circolarità dei contributi e l’immediata sedimentazione di ogni apporto: il “giro” degli interventi non deve essere posto come un obbligo ma un’opportunità modulata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: